Un corso per aumentare la consapevolezza e difendere le aziende dai cyber-attacchi

Fòrema, ente di formazione di Assindustria Venetocentro, domani – 14 settembre – darà ufficialmente il via al corso Cyber Security Program Certificate, con la consulenza di Corvallis, parte del Polo Cyber di Tinexta Group.

Il percorso è pensato per fornire alle aziende strumenti di difesa efficaci contro gli attacchi informatici, come riporta anche il quotidiano Il Mattino di Padova.

Le porte ai cyber-attacchi: inconsapevolezza e mancanza di investimenti

“In un anno le vittime in ambito lavorativo dei cyber-criminali sono aumentate del 35%”, ha commentato Matteo Sinigaglia, Direttore Generale di Fòrema “e l’Italia è al quarto posto mondiale per attacchi alle aziende, dietro a Usa, Inghilterra e Germania. Siamo d’altra parte agli ultimi posti se si parla di investimenti per la sicurezza informatica, appena lo 0,08% del Pil”.

Il primo passo per prepararsi ad un cyber-attacco: sensibilizzare il management delle aziende

Il corso – gratuito e costruito su quattro webinar – permetterà di entrare concretamente nell’ottica di un attacco e dei rischi connessi: al termine di ogni incontro, infatti, verrà studiato un caso emblematico di assalto-cyber a note aziende: dal caso Luxottica a quello dell’Usl 6 Euganea, passando per Technimont e Regione Lazio.

“Nei nostri incontri con i manager aziendali c’è sempre la fase in cui certifichiamo l’esposizione al rischio”, ha spiegato Pietro Orciuolo, Chief Digital Officer Corvallis. “C’è chi di fronte a quel dato, resta basito. Pensa di essere immune, e magari è in quel momento soggetto a 14-15 attacchi hacker”.

Non perdere risorse e reputazione: come gestire un attacco cyber

Quando un’azienda subisce un attacco hacker, la richiesta di un riscatto è solo uno dei danni a cui può andare incontro.  

“Il vero danno è quello della reputazione”, ha spiegato Orciuolo. “Ben si sa che servono decenni a costruire un brand e basta un secondo a distruggerlo: gli hackeraggi hanno questo potere”. L’attacco alla reputazione “è un vero dramma, difficilmente recuperabile, anche e soprattutto verso eventuali fornitori”.

RASSEGNA STAMPA