Cybersecurity per l'economia del futuro: Comastri al Festival dell'Economia di Trento

Marco Comastri, CEO di Tinexta Cyber – Tinexta Group, ha portato il suo contributo al Festival dell’Economia di Trento, all’interno del panel Cyber Security, fintech e venti di guerra nella giornata conclusiva dell’evento, domenica 5 giugno.

Con la moderazione di Pierangelo Soldavini, giornalista Il Sole 24 Ore, il forum di confronto è stato arricchito dalla visione di esperti e figure di rilievo del settore: la voce di Comastri è stata accompagnata da quella di Laura Li Puma, Head of Artificial Intelligence Lab Intesa Sanpaolo; Andrea Rigoni, esperto di Cyber Security; e Antonio Teti, Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti Pescara.

Cybersecurity: uno strumento per aiutare l’economia del futuro, l'intervento di Comastri

Di fronte all’aumento di cyber crime, a cui si sono affiancate le recenti dinamiche di cyber war, è evidente che la cybersecurity sia un tema di grande urgenza.

Inoltre, la forte spinta verso la digitalizzazione ha portato alla moltiplicazione non solo delle potenzialità ma anche dei punti di fragilità e anelli critici della catena, a cui tutte le imprese devono far fronte.

“Credo che tutto vada posto nel contesto dei tempi che stiamo vivendo: ogni azienda si sta trasformando in un’azienda digitale, fino al punto che ogni azienda è diventata una software company. […] È normale che spostandosi verso un mondo digitale ci siano più rischi per proteggere le intellectual properties, che una volta erano materiali e oggi sono diventate digitali. È una transizione che stiamo vivendo. Tutto questo si inquadra in un momento congiunturale di particolare difficoltà e le aziende si stanno strutturando per rispondere a queste nuove esigenze”, ha commentato Marco Comastri.

Motivo per cui la cybersecurity non deve essere intesa soltanto come uno scudo per proteggersi dagli attacchi informatici, ma diventa uno strumento strutturale su cui investire per aiutare l’economia del futuro: è il segno dei tempi in cui si sviluppano nuove competenze e nuove tecniche per aiutare le aziende.

 

Comastri agli speciali di Radio24: creare sicurezza per avere sviluppo

Nell’intervista rilasciata a Radio24 dal Festival dell’Economia, Comastri ha definito alcuni punti fondamentali per le imprese di fronte all’esigenza di cybersicurezza.

“Quello che stiamo vivendo in questo periodo ci mostra come sia necessario sviluppare delle competenze nazionali. Delle competenze che noi, all’interno di Tinexta Cyber, stiamo cercando di creare con un polo di eccellenza. Fra l’altro, Tinexta ha una matrice anche istituzionale, siamo molto vicino alle Camere di Commercio, che sono tra i nostri soci, e in questo senso vogliamo dare delle risposte alla piccola e media impresa, che costituiscono il tessuto economico su cui si regge la nostra industria nazionale.”

Infatti, lo sviluppo di competenze in ambito nazionale permette di realizzare soluzioni a livello di industria: soluzioni che siano efficaci e scalabili, per poter fornire soluzioni semplici alla piccola e media impresa, in un mondo che diventa sempre più complesso.

 

Nella nota conclusiva all’intervista, Comastri è intervenuto in relazione alla Strategia nazionale di Cybersicurezza 2022-2026, rilasciata dall’ACN.

“La strategia si basa su uno slogan di tre parole: protezione, reazione e sviluppo. Protezione e reazione sono necessarie, ma lo sviluppo è l’elemento cruciale. Lo sviluppo è ciò che serve a tutta l’economia per crescere, e attraverso la sicurezza si dà sviluppo. Quindi, si crea produttività, si crea efficienza e si lancia l’industria italiana verso le nuove frontiere.”